Ce la faccio o no?

Sai quando hai un pensiero assillante? Devo capire…. devo venirne a capo…. E poi ci si sente stanchi e si ha voglia di mollare? È un assillo. Capita di dover entrare in una burrasca, o di finirci in mezzo inconsapevolmente e le tempeste emozionali sono bestiali. Arrivi a temerle più del diavolo.

Siamo passati attraverso tante di quelle tempeste che ormai avremmo dovuto farci il callo. Invece… sappiamo che ne siamo venuti fuori ma non siamo tanto sicuri che vada sempre così. Temiamo di soccombere, anche se le prove sono contrarie.

Ma la domanda qui è: voglio imparare a navigare seguendo il vento? Voglio andare controcorrente? Voglio naufragare? Voglio combattere fino alla fine? Cosa voglio fare e come?

Questo ci può solo stimolare a trovare in ciò che facciamo e diciamo il sapore della verità e del rispetto verso noi stessi. La verità è verità: quando la vivi, quando la senti, non sei combattuto.

Ci sono anche i ‘compagni di viaggio’ che condividono esperienza e sentire. Sono persone che riflettono sulle tue domande e ‘sentono’ la risposta dentro di sé, se una risposta c’è. Non hanno un’immagine da difendere, non cercano di ‘farti’ qualcosa. Condividono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 commenti su “Ce la faccio o no?”